Luciano Nanni, 1987

"Data fin dagli anni '60 il deciso abbandono della natia Roma e la scelta altrettanto decisa a sua regola di vita (secondo i modi di un etico rifiuto di questa nostra società macchinista così funzionale e così bene-edulcorata, che soltanto molto più tardi la nostra cultura ha fatto pacificamente proprio nei suoi giovani migliori) dal passo libero e vagabondo di chi vuole costruirsi letteralmente daccapo e senza remore di sorta. […]
Gesto profondo allora, l’arte, per Pinto, perché assoluto: essa, infatti, non ammette in lui questioni di convenienza, e tanto meno di convivenza con altri gesti che denuncino pretese d’altrettanto vigore e definitivi. Se ciò accade la sua arte cancella materialmente se stessa per rinnovarsi semplice coscienza interrogantesi ed interrogante, implacabilmente, fino alla più cruda, indicibile auto-esposizione. […]
La pittura, dopo gli anni oscuri di Arezzo, gli si rivela non una ragione di vita, ma la vita stessa; non allora uno strumento di conoscenza, con altri più o meno intercambiabili, ma la coscienza stessa nel suo respiro più concreto, se volete, terragno. […] Pinto non si stanca di dirci: mutare occhio non è solo mutare occhio, ma tutto il nostro essere in ogni sua fibra vitale e di pensiero.”

 

Luciani Nanni, in Cat. Bruno Pinto. Opere dal 1953 al 1987, a cura di Claudio Cerritelli, premessa di Filippo Sassoli dè Bianchi, con scritti di Enrico Cesare Gori, Concetto Pozzati, Luciano Nanni, Bruno Bandini, Vezio Ruggeri, Giuseppe Dossetti, Bruno Pinto. Nuova Alfa Editoriale, 1987 cit., p. 46




Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalitÓ tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalitÓ come specificato nella cookie policy.
Chiudendo questo banner con la crocetta o cliccando su "Rifiuta", verranno utilizzati solamente cookie tecnici. Se vuoi selezionare i cookie da installare, clicca su "Personalizza". Se preferisci, puoi acconsentire all'utilizzo di tutti i cookie, anche diversi da quelli tecnici, cliccando su "Accetta tutti". In qualsiasi momento potrai modificare la scelta effettuata.